gestire chiavi private multiple in Entratel

Categoria: Studi professionali
Scritto da Simone Losi
Visite: 6777
Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

L’autenticazione dei file telematici da trasmettere in Agenzia delle Entrate tramite il software ENTRATEL viene effettuato utilizzando la cosiddetta “chiave privata”, cioè un certificato digitale di autenticazione. Questo certificato viene generato in fase di creazione dell’ambiente di sicurezza con apposita procedura (che prossimamente mi riprometto di scrivere) per ogni singolo Intermediario abilitato. Le chiavi, come da procedura, possono essere salvate alternativamente su supporto floppy disk, supporto ormai obsoleto e non più presente nei PC più recenti, oppure su USB, ma volendo anche tramite percorsi di rete interna. In caso di più Intermediari abilitati, caso tipico il Professionista e la relativa società di elaborazione dati, ma anche nel caso di Studi Associati con diversi Professionisti abilitati che vogliono comunque gestire a livello centralizzato i flussi telematici, sarebbe necessario sostituire manualmente ogni volta il supporto a seconda del file da autenticare. Con questa semplice procedura vedremo come gestire due intermediari sulla stessa postazione dedicata al programma ENTRATEL utilizzando delle normali chiavette USB.

FaLang translation system by Faboba